Prima neve e nuove avventure InVASAti 2015

In attesa della prima neve, prima di Natale, io e Robi ci siamo dati allo sci alpinismo in svizzera francese, mentre Matteo concludeva il programma di preparazione a secco con i ragazzi del Molinera. 

                                          

Dopo Natale la prima neve è arrivata in Ticino, ma non sufficiente né per le prime uscite di allenamento né per le prime gare che sono state rimandate. In compenso a Nord delle Alpi e soprattutto in pianura la neve è arrivata in abbondanza, dove, per altro, non è che sia troppo utile.

Qui potete vedere Zurigo sotto la neve, non sarà troppo utile ma per lo meno è molto bello!

 

Le basi per nuove avventure

Durante il weekend prima di Natale, io e Robi siamo andati a un corso in svizzera francese sulla sicurezza contro le valanghe. L’aspetto comico di tutto questo è che in quel periodo c’era proprio poco neve, quindi di valanghe per una simulazione vera non ce n’era neanche l’ombra…ma meglio così!

Questo corso si è svolto intorno alla Cabane Brunet nella Val de Bagnes in un weekend di magnifico sole, dove siamo dovuti andare oltre i 2000 m per trovare sufficiente neve per sciare e per i vari esercizi di recupero.

                                

Le informazioni che ci sono state date in questo corso spaziano dalla pianificazione della gita con gli sci d’alpinismo, alle decisioni da prendere una volta sulla neve e infine anche all’utilizzo di pala, sonda e del Barryvox nel caso in cui si debba recuperare qualcuno colpito da una valanga, Alla fine questo corso può essere molto utile anche per la pianificazione di una gita a piedi, con le ciaspole o con gli sci da fondo, anche se il suo fine principale era rivolto allo sci alpinismo.

 

Fatte le basi si procede con i fatti

 Fatto questo corso e constatato che con gli sci di alpinismo ci sappiamo gestire abbastanza bene, abbiamo deciso di iscriverci a una gara che si terrà a Zermatt a metà marzo. www.ultraks.ch

                                      

Questa gara di sci alpinismo è a coppie e si chiama 2K, dato che si svolge con un dislivello netto di 2000 m. Infatti il percorso avrà come partenza il villaggio di Zermatt, poi si inerpicherà sulle montagne in faccia al Cervino per toccare prima una vetta da 3000 m e poi una da 3400 m prima di tornare a Zermatt.

Il progetto è ambizioso, perché è la nostra prima gara di scialpinismo, quindi non sappiamo cosa ci può aspettare, ma con entusiasmo e decisamente fieri portiamo il nome del GS Molinera anche in questo nuovo campo degli sport invernali.

                                   

 

Preparazione a terra per la Gatineau Loppet 2015

La preparazione per i 51 km canadesi di metà febbraio è rimasta per la maggior parte ancora sulla terra: infatti in assenza di neve mi devo accontentare di proseguire con allenamenti di corsa e di forza, ma sempre a secco.

Con l’arrivo della neve a Realp, ho subito approfitato per le prime uscite. La pista è tenuta in ottimo stato, come sempre, e si trova una gran soddisfazione a inforcare gli sci stretti e leggeri per godersi il sole e il caldo di questi giorni non troppo invernali.

                                    

 

Per concludere volevo ringraziare di cuore Businness Sunrise che anche quest’anno sostiene il gruppo InVASAti nelle sue imprese.

Aspettando montagne di neve vi auguro un buon weekend di fine vacanze.

A presto

Luca

Add new comment

Plain text

  • No HTML tags allowed.
  • Web page addresses and e-mail addresses turn into links automatically.
  • Lines and paragraphs break automatically.
Image CAPTCHA
Enter the characters shown in the image.