Il Canada aspetta

Eccoci a meno di 3 giorni dalla partenza per il Canada. Ormai tutto è pronto, o quasi. Striscione GS Molinera fatto (le foto arriveranno in anteprima direttamente dal Canada), sci già preparati (facile indovinare la cera giusta, visto che le previsioni danno una temperatura costante della neve a -16 gradi), e valigia in progresso.

(foto dal Titlis verso le Alpi ticinesi)

Il nemico più grande da dover affrontare sarà il freddo: le temperature sono previste tra i -16 e i -27 con un pochino di vento che può far percepire addirittura una temperatura inferiore: si spera solo che non ci sia un clima umido, il che sarebbe insopportabile.
Per quanto riguarda la situazione neve, sulle piste ci sono circa 10-15 cm. Sembra davvero poco, ma, in effetti, con un tale freddo è anche difficile che nevichi.
Almeno non dovrebbero esserci problemi nel trovare la sciolina giusta.

La tecnica di sciolinatura per questa gara sarà preparare gli sci ben fatti per la partenza, affinchè durino almeno i primi 30 km che sono su un continuo sali-scendi. Al 30esimo kilometro l'idea era quella di dare una nuova mano di sciolina, dovuta al fatto che i seguenti 5 km sono di salita abbastanza pendente, quidni gli sci devono tenere bene. Gli ulitmi 15 km sono in vece in leggera discesa, quindi quello che rimarrà sotto gli sarà sufficiente.

Nel frattempo sono usciti gli ordini di partenza e sarò nel gruppo A, il primo a lasciare la linea di partenza.
Prossimi passi per tenervi al mio passo: la gara è sabato mattina 14 febbraio, ore 9:00 (canadesi) quindi 15:00 europee. Arrivo previsto dalle 3 ore in su, visto il perscorso abbastanza faticoso.
Per domenica mattina quidni saprete sicuramente questa avventura canadese come è andata a finire.

Add new comment

Plain text

  • No HTML tags allowed.
  • Web page addresses and e-mail addresses turn into links automatically.
  • Lines and paragraphs break automatically.
Image CAPTCHA
Enter the characters shown in the image.